Main Sponsor

  • Alfa Romeo
  • Abarth

Official Sponsor

  • Mafra
  • ACI Global
  • SARA Assicurazioni
  • Pirelli

Technical Sponsor

  • Winner Italia
  • Fiasconaro
  • The Spillo
  • Picchiani & Barlacchi

Insitutional Partner

  • Università degli studi di Palermo
  • Museo storico dei motori e dei meccanismi
  • Musei UNIPA
  • Parco delle Madonie
  • Regione Sicilia - Beni culturali e dell'Identità siciliana

Alla Targa Florio Classica, Moceri e Dicembre passano al comando

22 aprile 2017 Classic

La coppia palermitana, a bordo della Fiat 508 del 1938, supera Zanasi e Bertini e si porta al comando della classifica provvisoria e ufficiosa della seconda tappa della gara siciliana.

Sulle strade delle Madonie si sono disputate le prove a Caltavuturo, Castellana Sicula, Petralia Sottana, Geraci Siculo e Castelbuono dove, nella splendida Chiostro di San Francesco, i concorrenti hanno potuto godersi le bellezze del luogo, ristorandosi prima della seconda parte dell'intensa giornata di gara.

Sin dai primi confronti della mattinata, Giovanni Moceri e Valeria Dicembre, Fiat 508 C del 1938, hanno raggiunto il feeling perfetto annullando il minimo divario che li separava da Massimo Zanasi e Barbara Bertini, che con la Volvo Amazon 121 conducevano la gara. L'equipaggio della Loro Piana Classic ha poi mantenuto constante e alto il ritmo, mettendo in difficoltà la coppia della Scuderia Volvo Club e superarla dopo i passaggi a Petralia Sottana. Accusando il momentaneo "rallentamento", Zanasi e Bertini vengono poi superati anche dai siciliani Angelo Accardo e Linda Messina, secondi assoluti  con la Fiat 1100 103E/Amaranto Montebello.

Dopo la quarantesima prova cronometrata, la situazione della ancora corta classifica vede: 1. Moceri e Dicembre (Fiat 508C/Loro Piana Classic) con 420 penalità; 2. Accardo e Messina (Fiat 1100 103E/Amaranto Montebello) con 431 penalità; 3. Zanasi e Bertini (Volvo P1800 Jensen/Scuderia Volvo Club) con 440 penalità; 4. Fabbri e Bertieri (Volvo PV 544 Sport/Scuderia Volvo Club) con 458 penalità; 5. Rimondi e Fava (Porsche 911s Targa/Scuderia Nettuno Bo) con 503 penalità; 6.Cristina e Baroli (Bugatti T40/Loro Piana Classic) con 536 penalità; 7. D'Antinone e De Biase (Alfa Romeo Giulia Gtc/Loro Piana Classic) con 590 penalità; 8. Bilancieri e Simeoni (Alfa Romeo 1750 Gtv/Scuderia Nettuno Bo) con 631; 9. Brozzetti e F. Brozzetti (OM 365 SSMM/Pescara Corse Vcc) con 650 penalità; 10. Dalleolle e Traversi (Alfa Romeo Giulia Spider/Scuderia Nettuno Bo) con 705 penalità

Alla Targa Florio Classica, Moceri e Dicembre passano al comando La coppia palermitana, a bordo della Fiat 508 del 1938, supera Zanasi e Bertini e si porta al comando della classifica provvisoria e ufficiosa della seconda tappa della gara siciliana. Sulle strade delle Madonie si sono disputate le prove a Caltavuturo, Castellana Sicula, Petralia Sottana, Geraci Siculo e Castelbuono dove, nella splendida Chiostro di San Francesco, i concorrenti hanno potuto godersi le bellezze del luogo, ristorandosi prima della seconda parte dell'intensa giornata di gara. Sin dai primi confronti della mattinata, Giovanni Moceri e Valeria Dicembre, Fiat 508 C del 1938, hanno raggiunto il feeling perfetto annullando il minimo divario che li separava da Massimo Zanasi e Barbara Bertini, che con la Volvo Amazon 121 conducevano la gara. L'equipaggio della Loro Piana Classic ha poi mantenuto constante e alto il ritmo, mettendo in difficoltà la coppia della Scuderia Volvo Club e superarla dopo i passaggi a Petralia Sottana. Accusando il momentaneo "rallentamento", Zanasi e Bertini vengono poi superati anche dai siciliani Angelo Accardo e Linda Messina, secondi assoluti con la Fiat 1100 103E/Amaranto Montebello. Dopo la quarantesima prova cronometrata, la situazione della ancora corta classifica vede: 1. Moceri e Dicembre (Fiat 508C/Loro Piana Classic) con 420 penalità; 2. Accardo e Messina (Fiat 1100 103E/Amaranto Montebello) con 431 penalità; 3. Zanasi e Bertini (Volvo P1800 Jensen/Scuderia Volvo Club) con 440 penalità; 4. Fabbri e Bertieri (Volvo PV 544 Sport/Scuderia Volvo Club) con 458 penalità; 5. Rimondi e Fava (Porsche 911s Targa/Scuderia Nettuno Bo) con 503 penalità; 6. Cristina e Baroli (Bugatti T40/Loro Piana Classic) con 536 penalità; 7. D'Antinone e De Biase (Alfa Romeo Giulia Gtc/Loro Piana Classic) con 590 penalità; 8. Bilancieri e Simeoni (Alfa Romeo 1750 Gtv/Scuderia Nettuno Bo) con 631; 9. Brozzetti e F. Brozzetti (OM 365 SSMM/Pescara Corse Vcc) con 650 penalità; 10. Dalleolle e Traversi (Alfa Romeo Giulia Spider/Scuderia Nettuno Bo) con 705 penalità.

I protagonisti della gara del Ferrari Tribute stanno per concludere la "fatiche" odierne e, avendo concluso trentasette prove cronometrate, sono Del Bufalo Bobbià e Del Bufalo a condurre a bordo della splendida Ferrari 458 Spider, con l'equipaggio Serventi e M. Serventi al secondo posto, a bordo della Ferrari 458 Speciale. Terzi della classifica provvisoria di tappa sono Barberini e Marconcini su di una Ferrari 488 Gtb

Partner Istituzionali

  • Automobile Club Italia
  • AC Palermo
  • Regione Sicilia
  • Città di Palermo
  • ACI Storico
  • ACI Sport